Cerca

All that Fezz

Cinema, fotografia, musica, e altro ancora

Come è nata l’aurora boreale (una fiaba finlandese)

Questo breve video di animazione riprende una poetica fiaba della tradizione finlandese. La luna, la cui luce già fioca diminuiva e spariva durante le fasi, chiese aiuto agli animali della foresta per illuminare il cielo ai viaggiatori notturni e ai naviganti. Gli animali accettarono, e vennero trasformati in altrettante costellazioni.

Per la piccola volpe, rimasta per ultima, non erano però rimaste costellazioni da riempire. La luna trasformò quindi la sua lunga coda nell’aurora boreale, per rischiarare le lunghe notti nordiche.

Pur lontano dalle sofisticate produzioni a cui siamo ormai abituati (va tenuto presente che si tratta del lavoro di un team di studenti, non di un prodotto professionale), trovo che i personaggi siano stati realizzati con una freschezza, una ingenuità che ho molto apprezzato, e il racconto è semplicemente incantevole. Buona visione.

Luisa Fezzardini, 14 dicembre 2019

 

La vita (non) è bella (ebbene no, a me non piace)

lavitaebella
Foto di scena de “La vita è bella” (1997). Volutamente, non aggiungo altre immagini a questo articolo. Non voglio renderlo più attraente, e poi non saprei che tipo di foto inserire, francamente.

So che con questo articolo mi alienerò gran parte dei (pochi) lettori, ma insomma, non si può piacere a tutti.

In questo periodo, complice il dibattito sorto intorno a Liliana Segre (direi suo malgrado,  dato che è persona assai sobria), vengono tirati fuori a proposito e a sproposito Continua a leggere “La vita (non) è bella (ebbene no, a me non piace)”

la Hollywood d’oro: Charles Boyer

boyer5Francese naturalizzato americano, eclettico, Charles Boyer è riuscito nel corso della carriera ad esprimersi sempre ad alti livelli, impersonando figure a volte arcigne e opportuniste, ma dotate di un forte senso drammatico.

Acquistò grande prestigio nel periodo fra il 1930 e la seconda guerra mondiale come uno dei maggiori amatori del cinema, aiutato dal suo esotico (per Hollywood) accento francese. Divenne particolarmente famoso Continua a leggere “la Hollywood d’oro: Charles Boyer”

la Hollywood d’oro: Edward G. Robinson

Edward G. Robinson
Edward G. Robinson nel 1942

Un altro contributo europeo agli anni d’oro di Hollywood, Edward G. Robinson (nome d’arte di Emanuel Goldenberg) divenne famoso soprattutto come interprete di ruoli da gangster. Continua a leggere “la Hollywood d’oro: Edward G. Robinson”

Bob Gruen – Il bacio rubato

SQ-PRINT-A-GRUEN-1119_V3_2048x

Bob Gruen è uno dei talenti della agenzia fotografica Magnum, principalmente noto per le sue foto di rock star. Come parte del suo lavoro, seguiva spesso le band in giro per i loro tour, condividendone la quotidianità e le mille avventure e disavventure della loro “travelling life”.
Nel 1981 Gruen era al seguito del gruppo Continua a leggere “Bob Gruen – Il bacio rubato”

Film disperati – A prova di errore

a-prova-di-errore-cinefatti

Un altro film del filone che negli anni ’60 dello scorso secolo delineava conseguenze apocalittiche dovute all’uso dissennato delle armi nucleari (un altro è L’ultima spiaggia)

Anche in questo caso il titolo originale “Fail-Safe” è più azzeccato e folgorante, non tanto perché la traduzione italiana non sia adeguata, ma per la qualità intrinseca della lingua inglese di sintetizzare in una parola un concetto, una situazione, un sistema: “Fail-Safe” è un termine usato in molti campi, da quello elettronico a quello meccanico, e identifica Continua a leggere “Film disperati – A prova di errore”

Frankenstein Junior: papere e “fuoriscena”

Una selezione di scene “malriuscite” che vedono quasi sempre Gene Wilder come l’attore che non riesce a contenersi e scoppia a ridere. Una ulteriore dimostrazione della bizzarra genesi di questo iconico film, per il quale si fece fatica a trovare un budget (!) e dove sicuramente gli attori si sono divertiti altrettanto e forse più del pubblico.

Luisa Fezzardini, 10 ottobre 2019

 

 

Higher Ground

Questa strepitosa versione del classico di Stevie Wonder fa parte della serie “Song around the world”. Il bravo Roberto Luti trascina tutti con se’.  Gonna keep on tryin’, Till I reach the highest ground.

Luisa Fezzardini, 21 settembre 2019

 

 

 

Nick Carter

nc.JPG

Insieme alle Sturmtruppen e a Cattivick, Nick Carter è il personaggio più famoso tra i tanti creati dal compianto Bonvi (nome d’arte di Franco Bonvicini).

Il personaggio venne creato per la storica trasmissione Rai “Gulp! Fumetti in Tv” e ne divenne presto uno dei capisaldi. Il Nick Carter di Bonvi Continua a leggere “Nick Carter”

Creato su WordPress.com.

Su ↑